Giulietta prega senza nome

13.00

Mi chiamo Giulietta, e domani mattina morirò. Ho trascorso buona parte della mia vita inseguendo l’amore: ho cominciato a vivere davvero solo quando ho smesso di farlo. Non credete a tutto quello che vi dicono: spesso ciò che conta di più ha un nome che non conoscete ancora.

 

Giulietta nasce nel 1972, grazie a una indigestione di fichi. All’interno di una famiglia matriarcale, cerca di costruire la sua identità di donna in una stagione, quella degli anni ’80, fortemente orientata all’adesione e all’appartenenza.

Dopo aver perso tempo dietro un lavoro senza senso, uomini inadeguati e notti vissute al limite, Giulietta deve ricominciare tutto da capo.

Affronta un lento percorso di introspezione e grazie anche alla famiglia, al suo cane Virgilio e alle vecchie amicizie, ritrova l’equilibrio interiore smarrito.

Quando il cerchio sembra chiuso, scopre la malattia: scippata del suo futuro sente l’esigenza di motivare la sua esistenza.

Inizierà così un viaggio tra i malati terminali, per poter scegliere l’accanimento terapeutico o il rifiuto delle cure, arrivando a prendere una decisione consapevole.

Lo farà, accompagnata dalle sue preghiere per un dio senza nome.

Peso

0.5 kg

Dimensioni

18 x 26 x 3 cm

Casa Editrice

Voltalacarta editrici

Anno

2012

ISBN

978-88-97612-03-2

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Giulietta prega senza nome”

Categorie: , Tag: ,
Navigando ..
Il tuo carrello è vuoto.