Ferrariæ Decus n. 33 | Omaggio a Biagio Rossetti

20.00

Ferrariae Decus 33 | «Grande così quanto forse ignorato»: omaggio a Biagio Rossetti
Biagio Rossetti, da apprendista a maestro muratore. Un omaggio in occasione delle celebrazioni nel cinquecentenario della morte.

Disponibile

 

[…] Oltre al suo munifico e magnifico committente (Ercole I d’Este), la «prima città moderna d’Europa» non poteva non annoverare il suo artifex «ispiratore e realizzatore», validando anche per il caso ferrarese il trinomio concettuale e letterario corte-principe-architetto caratterizzante il profilo culturale delle maggiori città-Stato dell’Italia quattrocentesca: Brunelleschi e Michelozzo nella Firenze medicea, Filarete e Bramante nella Milano sforzesca, Laurana e Francesco di Giorgio Martini nella Urbino di Federico da Montefeltro, Alberti e Luca Fancelli nella Mantova dei Gonzaga. L’impianto esegetico del primus inter pares rimase immutato ancora per qualche decennio, fino al 1960, quando la poderosa monografia di Bruno Zevi portava alla ribalta internazionale un Rossetti nelle vesti di «geniale architetto capace di anticipare le soluzioni di Michelangelo e Borromini», una delle più «alte incarnazioni» nella storia del linguaggio urbanistico italiano. […]

Dall’editoriale Da oltre un secolo a fianco di Biagio Rossetti, di Andrea Marchesi e Marialucia Menegatti

Peso 0.5 kg
Dimensioni 22 x 32 x 0.7 cm
Stampatore

Grafiche Turato, Rubano (PD)

Anno

2018

Casa Editrice

Grafiche Turato Edizioni

Dimensioni

16,5×23,5

Pagine

224

Rilegatura

Brossura cucita a filo refe

ISBN

978-88-98997-86-2

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Ferrariæ Decus n. 33 | Omaggio a Biagio Rossetti”

Navigando ..
Il tuo carrello è vuoto.